********

TASI 2015

AVVISO AI CONTRIBUENTI

*******

I.M.U. 2015

AVVISO AI CONTRIBUENTI

********

Proroga TASI, Acconto IMU 2014 e TARI

TASI – TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI- ANNO 2014
Il Comune di Zerba  non ha deliberato le aliquote della TASI entro il 23/05/2014.
In data 19/05/2014 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha emanato il Comunicato stampa n.128 in cui afferma che, per i comuni che non avranno deliberato le aliquote TASI entro il 23/05/2014, la scadenza per il pagamento della prima rata è prorogata da giugno a settembre.
Siamo in attesa di ulteriori comunicazioni e/o provvedimenti legislativi che stabiliscano con chiarezza la nuova scadenza di settembre.

IMU ACCONTO ANNO 2014
Il versamento della rata d’acconto, di ammontare pari al 50% dell’imposta annua, dovrà essere effettuato entro il 16 giugno 2014.
Il nostro Comune non ha ancora deliberato le aliquote per l’anno 2014, per cui il versamento dell’acconto di giugno, per gli immobili non esclusi dal pagamento più sotto specificati, deve essere calcolato sulla base delle aliquote e detrazioni deliberate per l’anno precedente per poi effettuare il conguaglio a dicembre sulla base delle aliquote deliberate e pubblicate per l’anno in corso.

ALIQUOTE IMU ANNO 2013 (da utilizzare per l’acconto di giugno 2014):
Per l’anno 2013 il Consiglio comunale ha deliberato le seguenti aliquote:
-    aliquota di base pari allo 0,76 per cento;
-    aliquota  pari allo 0,4 per cento per l’abitazione principale (solo categorie catastali A/1, A/8 e A/9);

Codici tributo da utilizzare per il versamento dell'acconto 2014 con modello F24:
Codice Comune: M165

RIEPILOGO CODICI TRIBUTO 
Codici tributo per il pagamento dell'IMU con il modello F24  (Risoluzioni Agenzia delle Entrate n. 35/E del 12/04/2012 e n.33/E del 21/05/2013 )

Tipologia immobili 

Codice IMU quota Comune

Codice IMU quota Stato

Abitazione principale (categorie catastali A/1, A/8 e A/9) 

 3912

...

 Terreni agricoli

 3914

...

Aree fabbricabili 

 3916

...

Altri fabbricati (esclusi fabbricati D ) 

 3918 

...

Immobili Gruppo catastale D (Quota Stato corrispondente all’aliquota dello 0,76)

...

3925

immobili Gruppo catastale D (Quota Comune corrispondente all’aliquota eccedente lo 0,76)

 3930

...



TARI - Tassa Rifiuti 
La TARI, la nuova Tassa rifiuti che sostituisce la TARES (pagata nel 2013) arriverà a casa dei cittadini inviata dal Comune.  

***********

I.M.U. 2013

AVVISO AI CONTRIBUENTI

*******

Conferma contributo IMU

COPIA

COMUNE DI ZERBA

Provincia di Piacenza

Strada Provinciale 72 - 29020 Zerba (PC)

Tel. Fax. 0523/935102

e-mail comune.zerba@sintranet.it

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Numero 7 Del 29-06-2013

Oggetto: CONFERMA ALIQUOTE IMU PER L'ANNO 2013

L'anno duemilatredici il giorno ventinove del mese di giugno alle ore 14:30, presso questa Sede Municipale, convocata nei modi di legge, si è riunita la Giunta Comunale per deliberare sulle proposte contenute nell'ordine del giorno unito all'avviso di convocazione.

Dei Signori componenti della Giunta Comunale di questo Comune:

BORRE' CLAUDIA

SINDACO

P

ARRIGONI FERRUCCIO

VICE SINDACO

P

CHIAPPANO LAURA

ASSESSORE

P

MARCHESELLI LUCIA

ASSESSORE

A

ZUFFI ROBERTO

ASSESSORE

P

ne risultano presenti n. 4 e assenti n. 1.

Assume la presidenza la Sig.ra CLAUDIA BORRE' in qualità di SINDACO assistito dal SEGRETARIO COMUNALE DOTT. GIUSEPPE D'URSO.

Il Presidente, accertato il numero legale, dichiara aperta la seduta ed invita la Giunta Comunale ad esaminare e ad assumere le proprie determinazioni sulla proposta di deliberazione indicata in oggetto.

 

 

 

PARERE: in ordine alla Regolarita' tecnica

 

Data:

Il Responsabile del servizio

 

F.to D'URSO GIUSEPPE

 

 

 

PARERE: in ordine alla Regolarita' contabile

 

Data:

Il Responsabile del servizio

 

F.to D'URSO GIUSEPPE

 

 

 

LA GIUNTA COMUNALE

Richiamata la propria deliberazione di Consiglio Comunale n. 12 del 16/09/2012 con la quale si sono approvate le aliquote e detrazioni dell' IMU per l'anno 2012;

Ritenuto di non prevedere alcun aumento di tali aliquote per l'anno 2013 e quindi di confermare quelle approvate per l'anno 2012;

Dato atto che a seguito dell'emanazione del D.L. 17/5/2013 il pagamento della prima rata dell'IMU sulla prima casa e sui terreni agricoli è temporaneamente sospesa in vista di una revisione di imposta;

Visto il D. Lgs. n. 504/1992 e successive modificazioni e il D. Lgs n. 446/97;

Visto il T.U.E.L. n. 267/2000;

Visto lo Statuto Comunale e il Regolamento di contabilità;

Visto il Bilancio di previsione anno 2013, in fase di predisposizione;

Acquisiti i pareri di regolarità tecnica e contabile dei Responsabile dei Servizi interessati;

Con voti unanimi e favorevoli , espressi nei modi di legge;

DELIBERA

Tipologia imponibile

Aliquota

Abitazione principale e relative pertinenze……………………………….

(per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo)

0,40%

Altri fabbricati …(tutti gli altri immobili , comprese le aree edificabili)

0,76%

Terreni agricoli e Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art. 9, comma 3-bis, del decreto legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito con modificazioni,

dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133, ubicati in Comuni montani o parzialmente montani di cui all'elenco ISTAT

ESENTI

 

 

- maggiorazione per gli anni 2012 e 2013 della detrazione di €. 50,00 per ciascun figlio del contribuente di età non superiore a ventisei anni, purchè dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, fino ad un massimo di maggiore detrazione pari a € 400,00, con la precisazione che l’importo complessivo della detrazione, sommato alla maggiore detrazione prevista per i figli, se spettante, non potrà superare l’importo complessivo di € 600,00;

 

 

 

Il presente verbale viene letto, approvato e sottoscritto.

IL PRESIDENTE

IL SEGRETARIO COMUNALE

F.to CLAUDIA BORRE'

F.to DOTT. GIUSEPPE D'URSO.

________________________________________________________________________

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile con le modalità previste dall’art.134, comma 4 della Legge n.267/00.

Li, 29-06-2013

 

IL SEGRETARIO COMUNALE

 

F.to DOTT. GIUSEPPE D'URSO

________________________________________________________________________

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE

Della suestesa deliberazione viene iniziata oggi la pubblicazione all'Albo Pretorio per 15 giorni consecutivi ai sensi dell’art.124, comma 1 della Legge n.267/00 e contemporaneamente comunicata ai capigruppo consiliari ai sensi dell’art.125, comma 1 della Legge n.267/00.

Lì, 08-07-2013

 

IL SEGRETARIO COMUNALE

 

F.to DOTT. GIUSEPPE D'URSO

È copia conforme all’originale.

 

IL SEGRETARIO COMUNALE

 

DOTT. GIUSEPPE D'URSO

 

 

 

 

 

 

Per un calcolo veloce usate questo Link

 

www.amministrazionicomunali.it     

 

COMUNE DI ZERBA

I.M.U.

 

NOVITA' IMU

 

                     E' sospeso fino al 16 settembre 2013, e salvo modifiche normative all'ordinamento dell'imposta, il versamento dell'acconto dovuto su:

1) abitazione principale (e pertinenze che godono del trattamento agevolato) ad eccezione dei fabbricati A01, A08, A09;

sono comprese nel rinvio: le abitazioni in Comuni diversi in cui ciascuno dei coniugi abbia posto la residenza e la dimora abituale; l'alloggio scelto quale abitazione principale dal nucleo familiare che possiede più abitazioni nello stesso Comune; l'alloggio posseduto da anziano che trasferisce la residenza in casa di riposo, purchè non locato (equiparato all'abitazione principale)

è esclusa dal rinvio: la pertinenza che non gode del trattamento agevolato, in caso di possesso di più pertinenze della stessa categoria catastale.

2) sugli alloggi appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari nonchè sugli alloggi di proprietà degli IACP .

 

                     Maggiorazione del coefficiente di rivalutazione della rendita catastale previsto per i fabbricati D da 60 a 65 (con esclusione dei D/5 per i quali detto coefficiente è già fissato a 80);

 

                     Riserva allo Stato del gettito dei fabbricati di categoria catastale D calcolato sull'aliquota base dello 0,76%, con destinazione al Comune del gettito residuo determinato dalla variazione in aumento dell'aliquota comunale;

 

                     Termine di presentazione delle dichiarazioni IMU relative alle variazioni intervenute nel corso dell'anno 2013: 30 giugno 2014.

 

ALIQUOTE

Il Comune di Zerba non ha ancora deliberato le aliquote IMU per l'anno 2013 e pertanto per l'acconto 2013 il contribuente verserà il 50% dell'anno precedente con  ALIQUOTA BASE  ( altri immobili, seconde case, aree edificabili) : 0,76 per cento

 

CALCOLO DELL’IMPOSTA

Le aliquote si applicano, per i fabbricati, sul valore della rendita catastale aumentata del 5% (come per l’Ici), applicando poi i seguenti nuovi moltiplicatori per ottenere l’imponibile:

- x 160 per i fabbricati delle categorie catastali del gruppo A (escluso la cat. A/10), C/2, C/6 e C/7;

- x 140 per i fabbricati del gruppo catastale B e per le cat. C/3, C/4 e C/5;

- x 80   per i fabbricati della cat. A/10 e D/5;

- x 65   per i fabbricati del gruppo catastale D (esclusa la cat. D/5).

- x 55   per i fabbricati della cat. C/1.

Per le aree fabbricabili, l’imponibile è dato dal valore venale comune in commercio al 1° gennaio dell’anno d’imposizione, con riferimento alle caratteristiche dell’area, ubicazione, indici di edificabilità, destinazione d’uso, ecc.

I terreni agricoli sono esenti dall'imposta.

 

 

MODALITA’ E TERMINI PER IL VERSAMENTO

 

Il pagamento potrà essere effettuato ESCLUSIVAMENTE con il modello F24

 

ATTENZIONE: il comma 380 dell'art. 1 della Legge 228/2012 ha soppresso la riserva allo Stato della quota di imposta pari alla metà di quanto dovuto per gli immobili diversi dall'abitazione principale e relative pertinenze. L'intera imposta andrà quindi versata interamente al Comune di competenza.

 

CODICI TRIBUTO

codice 3912 (Comune) - abitazione principale A01, A08, A09 e pertinenze

codice 3916 (Comune) - aree edificabili

codice 3918 (Comune) - altri fabbricati

codice 3925 (Stato) - fabbricati cat. D (quota Stato) e D10

codice 3930 (Comune) - fabbricati cat. D (incremento Comune) esclusi i D10

 

 

L’IMU deve essere versata in due rate:

       la prima rata in acconto entro il 17 giugno , per gli immobili non compresi nel rinvio

       la seconda rata a saldo entro il 16 dicembre

 

 

 

Per ulteriori informazioni si invita a consultare nei prossimi mesi il sito comunale, o a rivolgersi all’Ufficio Tributi, tel. 0523-935102 – email: comune.zerba@sintranet.it.

 

Zerba, 03/06/2013          

 

                                                                                     IL SINDACO

                                                                                     Borrè Claudia

 

 

*******

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Numero 12 Del 16-09-2012

Oggetto: IMU: DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI PER L'ANNO 2012

L'anno duemiladodici il giorno sedici del mese di settembre alle ore 09:30, presso questa Sede Municipale, convocato nei modi di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione Ordinaria in Prima convocazione in seduta Pubblica.

Dei Signori Consiglieri assegnati a questo Comune e in carica:

CLAUDIA BORRE'

Presente

Consigliere

FERRUCCIO ARRIGONI

Presente

Consigliere

CHRISTIAN BASSIGNANI

Assente

Consigliere

LAURA CHIAPPANO

Presente

Consigliere

DOMENICO DEGLI ANTONI

Presente

Consigliere

GIOVANNI FACCINI

Presente

Consigliere

DAVIDE GARDELLA

Assente

Consigliere

PIERO MASSONE

Assente

Consigliere

LUCIA MARCHESELLI

Presente

Consigliere

PIETRO REBOLINI

Presente

Consigliere

TONINO REBOLINI

Presente

Consigliere

MARCO ZANOTTI

Assente

Consigliere

ROBERTO ZUFFI

Assente

Consigliere

ne risultano presenti n. 8 e assenti n. 5.

Assume la presidenza la Sig.ra CLAUDIA BORRE' in qualità di SINDACO assistito dal SEGRETARIO COMUNALE Signor DOTT. GIUSEPPE D'URSO.

PARERE: Favorevole in ordine alla Regolarita' tecnica

Data: 16-09-2012

Il Responsabile del servizio

 

F.to D'URSO GIUSEPPE

 

PARERE: Favorevole in ordine alla Regolarita' contabile

 

Data: 16-09-2012

Il Responsabile del servizio

 

F.to D'URSO GIUSEPPE

IL CONSIGLIO COMUNALE

Visti gli artt. 8 e 9 del D.Lgs. n. 23/2011, che hanno istituito, a decorrere dall’anno 2014,

l’Imposta Municipale Propria, disciplinandone gli aspetti essenziali e rimandando per il resto alle modalità di applicazione dell’Imposta Comunale sugli Immobili (ICI);

Visto l’art. 13 del D.L. n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito nella Legge n. 214 del 22dicembre 2011, recante la disciplina dell’Imposta Municipale Propria, la cui entrata in vigore viene anticipata all’annualità 2012;

Visto il Decreto legge del 02 marzo 2012 n. 16, convertito con modificazioni, dalla Legge 26/4/2012 n. 44;

Richiamato il D.Lgs. 30.12.1992 n. 504 e successive modificazioni;

Visto l’art. 52 del D.Lgs. 446/1997, secondo cui le province ed i comuni possono disciplinare con regolamento le proprie entrate, anche tributarie, salvo per quanto attiene alla individuazione e definizione delle fattispecie imponibili, dei soggetti passivi e della aliquota massima dei singoli tributi, nel rispetto delle esigenze di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti;

Visto l’art. 13, comma 6, del D.L. n. 201/2011 convertito nella Legge n. 214/2011: "L’aliquota di base dell’imposta è pari allo 0,76 per cento. I Comuni con deliberazione del consiglio comunale ai sensi dell’art. 52 del D.Lgs. n. 15.12.1997, n. 446, possono modificare in aumento o in diminuzione, l’aliquota di base sino a 0,3 punti percentuali";

Visto l’art. 13, comma 7, del D.L. n. 201/2011 convertito nella Legge n. 214/2011: " L’aliquota è ridotta allo 0,4 per cento per l’abitazione principale e per le relative pertinenze. I Comuni possono modificare, in aumento o in diminuzione, la suddetta aliquota sino a 0,2 punti percentuali";

Visto l’art. 13, comma 8, del D.L. n. 201/2011 convertito nella Legge n. 214/2011: "L’aliquota è ridotta allo 0,2 per cento per i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’articolo 9, comma 3-bis, del decreto legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133. I Comuni possono ridurre la suddetta aliquota fino allo 0,1 per cento";

Visto l’art. 13, comma 10, del D.L. n. 201/2011 convertito nella Legge n. 214/2011, secondo cui:

- dall'imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200 rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione;

- per gli anni 2012 e 2013, la detrazione di cui al punto precedente è maggiorata di 50 euro per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale; l'importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare l'importo massimo di euro 400;

- i Comuni possono considerare direttamente adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;

Considerato che il comma 11, del citato art. 13, prevede l’assegnazione dal 2012 allo Stato della quota pari al cinquanta per cento dell’importo ottenuto applicando l’aliquota base dello 0,76 per cento all’imponibile di tutti gli immobili, ad esclusione dell’abitazione principale con relative pertinenze e dei fabbricati rurali; la quota di imposta risultante è versata allo Stato contestualmente al versamento dell’imposta municipale propria, mediante modello F24;

Visto l’art. 1, c. 169, della Legge n. 296/2006, secondo cui gli enti locali deliberano le tariffe e le aliquote relative ai tributi di loro competenza entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione e dette deliberazioni, anche se approvate successivamente all'inizio dell'esercizio purché entro il termine innanzi indicato, hanno effetto dal 1° gennaio dell'anno di riferimento;

Visto l’art. 13 del D.L. n. 201/2011, convertito nella Legge n. 214/2011, e così come modificato dal D.L. 02 marzo 2012 n. 16, convertito dalla Legge 26 aprile 2012 n. 44, il quale al comma 12 bis prevede che:

- per l’anno 2012 i Comuni iscrivono nel bilancio di previsione l’entrata da imposta municipale propria in base agli importi stimati dal Dipartimento dell’Economia e del Finanze per ciascun Comune;

- entro il 30 settembre 2012, sulla base dei dati aggiornati, ed in deroga all’art. 172, comma 1, lettera e), del Testo Unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, e all’art. 1, comma 169, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, i Comuni possono approvare o modificare il regolamento e la deliberazione relativa alle aliquote e alla detrazione del tributo;

Visto lo Statuto Comunale;

Visto il Regolamento comunale per l’applicazione dell’Imposta municipale propria (IMU) in via di attuazione;

Visti i pareri di regolarità tecnica e contabile espressi dai responsabili dei servizi interessati , ai sensi dell’art. 49 – 1^ comma – T.U.E.L. 267/2000;

Consiglieri presenti n. 8 , con voti Favorevoli n. 8 , contrari n. 0 , astenuti n. 0 ;

D E L I B E R A

1. di approvare per l’annualità 2012 le aliquote da applicare all’Imposta Municipale Propria

come indicate nella seguente tabella:

Tipologia imponibile

Aliquota

Abitazione principale e relative pertinenze

(per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo)

    0,40%

Altri fabbricati …(tutti gli altri immobili , comprese le aree edificabili)

    0,76%

Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art. 9, comma 3-bis,

del decreto legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito con modificazioni,

dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133, ubicati in Comuni montani o parzialmente montani di cui all'elenco ISTAT

   ESENTI

2. di stabilire che le unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, purché non locate, sono considerate direttamente adibite ad abitazione principale;

3. di stabilire le seguenti detrazioni d’imposta per abitazione principale, come previste dall'art. 13 del D.L. n. 201/2011, convertito in L. n. 214/2011:

- detrazione di € 200,00 per l'unita' immobiliare adibita ad abitazione principale nella quale il soggetto passivo ed il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente;

- maggiorazione per gli anni 2012 e 2013 della detrazione di €. 50,00 per ciascun figlio del contribuente di età non superiore a ventisei anni, purchè dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, fino ad un massimo di maggiore detrazione pari a € 400,00, con la precisazione che l’importo complessivo della detrazione, sommato alla maggiore detrazione prevista per i figli, se spettante, non potrà superare l’importo complessivo di € 600,00; 

4. di trasmettere copia della presente delibera al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento delle finanze, nei termini indicati dall’art. 13, c. 15, del D.L. n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito nella Legge n. 214 del 22 dicembre 2011, con le modalità stabilite nello specifico decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministero dell'interno, richiamato in detta norma;

5. di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134 comma 4 del D. Lgs. 267/2000

Letto, approvato e sottoscritto a norma di legge.

IL PRESIDENTE

IL SEGRETARIO COMUNALE

F.to CLAUDIA BORRE'

F.to DOTT. GIUSEPPE D'URSO

___________________________________________________________________________

___________________________________________________________________________

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile con le modalità previste dall’art.134, comma 4 del D.Lgs. 267/2000.

Lì, 16-09-2012

 

IL SEGRETARIO COMUNALE

 

F.to DOTT. GIUSEPPE D'URSO

______________________________

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE

Il sottoscritto segretario comunale certifica che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi dal 19-09-2012 al 04-10-2012, ai sensi dell’art.124, comma 1 del D.Lgs. n.267/2000.

Lì, 05-10-2012

 

IL SEGRETARIO COMUNALE

 

F.to DOTT. GIUSEPPE D'URSO

È copia conforme all’originale.

 

      IL SEGRETARIO COMUNALE

 

      DOTT. GIUSEPPE D'URSO

***************

Numero 13 Del 16-09-2012

Oggetto: REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU).

L'anno duemiladodici il giorno sedici del mese di settembre alle ore 09:30, presso questa Sede Municipale, convocato nei modi di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione Ordinaria in Prima convocazione in seduta Pubblica.

Dei Signori Consiglieri assegnati a questo Comune e in carica:

CLAUDIA BORRE'

Presente

Consigliere

FERRUCCIO ARRIGONI

Presente

Consigliere

CHRISTIAN BASSIGNANI

Assente

Consigliere

LAURA CHIAPPANO

Presente

Consigliere

DOMENICO DEGLI ANTONI

Presente

Consigliere

GIOVANNI FACCINI

Presente

Consigliere

DAVIDE GARDELLA

Assente

Consigliere

PIERO MASSONE

Assente

Consigliere

LUCIA MARCHESELLI

Presente

Consigliere

PIETRO REBOLINI

Presente

Consigliere

TONINO REBOLINI

Presente

Consigliere

MARCO ZANOTTI

Assente

Consigliere

ROBERTO ZUFFI

Assente

Consigliere

ne risultano presenti n. 8 e assenti n. 5.

Assume la presidenza la Sig.ra CLAUDIA BORRE' in qualità di SINDACO assistito dal SEGRETARIO COMUNALE Signor DOTT. GIUSEPPE D'URSO. 

PARERE: Favorevole in ordine alla Regolarita' tecnica 

Data: 16-09-2012

Il Responsabile del servizio

 

F.to D'URSO GIUSEPPE

  

IL CONSIGLIO COMUNALE

VISTI agli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 14 marzo 2011 n. 23, e art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011 n. 201, convertito con modificazioni con la legge 22 dicembre 2011 n. 214, con i quali viene istituita l’imposta municipale propria, con anticipazione, in via sperimentale, a decorrere dall’anno 2012 e fino al 2014, in tutti i comuni del territorio nazionale ;

TENUTO CONTO che l’applicazione a regime dell’imposta municipale propria è fissata all’anno 2015 ;

DATO ATTO che l’art. 14, comma 6, del decreto legislativo 14 marzo 2011 n. 23,

stabilisce "E' confermata la potestà regolamentare in materia di entrate degli enti locali di cui agli articoli 52 e 59 del citato decreto legislativo n. 446 del 1997 anche per i nuovi tributi previsti dal presente provvedimento";

EVIDENZIATO che i Comuni, con deliberazione del Consiglio Comunale, adottata ai sensi dell’articolo 52 del decreto legislativo 15 dicembre 1997 n. 446, provvedono a :

- disciplinare con regolamento le proprie entrate, anche tributarie, salvo per quanto attiene alla individuazione e definizione delle fattispecie imponibili, dei soggetti passivi e della aliquota massima dei singoli tributi, nel rispetto delle esigenze di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti.

PRESO ATTO che il regolamento approvato con il presente atto deliberativo ha effetto dal 1° gennaio 2012, data di istituzione dell’Imposta Municipale Propria, in via sperimentale ;

TENUTO CONTO che per quanto non specificamente ed espressamente previsto dall’allegato Regolamento si rinvia alle norme legislative inerenti l’imposta municipale propria in base agli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 14 marzo 2011 n. 23, e dell’art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011 n. 201, convertito con modificazioni con la legge 22 dicembre 2011 n. 214, nonchè al D.L. del 2 marzo 2012, n. 16 convertito con Legge del 26 aprile 2012 n. 44 ed alla Legge 27 Luglio 2000 n. 212 " Statuto dei diritti del contribuente";

DATO ATTO che si intendono recepite ed integralmente acquisite nel Regolamento tutte le successive modificazioni ed integrazioni della normativa regolanti la specifica materia ;

Acquisiti i pareri di regolarità tecnica e contabile espressi nelle forme di legge;

Con votazione: Presenti: 8 Favorevoli: 8 Contrari: 0 Astenuti: 0

DELIBERA

1) dare atto che le premesse sono parte integrate e sostanziale del dispositivo del presente provvedimento ;

2) Di approvare, per le motivazioni espresse in premessa, il regolamento per l’applicazione dell’Imposta Municipale Propria (IMU) come da allegato sub A) alla presente deliberazione della quale forma parte integrante e sostanziale;

3) di dare atto che il Regolamento approvato con il presente atto deliberativo ha effetto dal 1° gennaio 2012, data di istituzione dell’Imposta Municipale Propria, in via sperimentale ;

4) di trasmettere ai sensi dell’art. 52, comma 2, del D. Lgs. 15/12/1997, n. 446, e dell’art. 13, comma 15, del D.L. n. 201/2011, copia della presente deliberazione, entro 30 giorni dalla data di esecutività, al Ministero dell’Economia e delle Finanze ai fini della pubblicazione.

Di dichiarare, previa separata votazione, unanime e palese, la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D. Lgs. 267/2000.

Letto, approvato e sottoscritto a norma di legge.

IL PRESIDENTE

IL SEGRETARIO COMUNALE

F.to CLAUDIA BORRE'

F.to DOTT. GIUSEPPE D'URSO

___________________________________________________________________________

___________________________________________________________________________

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile con le modalità previste dall’art.134, comma 4 del D.Lgs. 267/2000.

Lì, 16-09-2012

 

IL SEGRETARIO COMUNALE

 

F.to DOTT. GIUSEPPE D'URSO

___________________________________________________________________________

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE

Il sottoscritto segretario comunale certifica che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi dal 19-09-2012 al 04-10-2012, ai sensi dell’art.124, comma 1 del D.Lgs. n.267/2000.

Lì, 05-10-2012

 

IL SEGRETARIO COMUNALE

 

F.to DOTT. GIUSEPPE D'URSO

È copia conforme all’originale.

 

IL SEGRETARIO COMUNALE

 

DOTT. GIUSEPPE D'URSO

 

************